Quante volte non sapevamo dove gettare Tetrapack o piatti rotti di ceramica?

Con la nostra guida puoi riciclare senza dubbi ed errori. La raccolta differenziata è una responsabilità, ma prima dobbiamo seguire una buona regola per rispettare e aiutare il nostro ambiente circostante.

Separare la raccolta differenziata non è semplice, ma con i giusti consigli e misure preventive, eviterai gli errori e le pene previste dalla legge per chi non si attiene alle normative vigenti. In molte città italiane, la raccolta differenziata dei rifiuti viene effettuata porta a porta, ei bidoni della spazzatura vengono raccolti dall'eco-operatore alla data e all'ora stabilite dal comune.

Affinché la raccolta differenziata sia efficace e utile al riciclo dei materiali, è necessario rispettare la divisione di carta, vetro, plastica e organici, e non gettare in materiali speciali che non possono essere smaltiti, ma devono essere gettati in rifiuti riciclabili.

Perché è importante raccogliere i rifiuti separatamente?

La divisione dei rifiuti domestici può essere noiosa, ma bisogna capire che la divisione dei rifiuti non solo ha un impatto positivo sull'ambiente, ma fornisce anche nuova vita a una vita di cui non abbiamo più bisogno.

I materiali separati e successivamente raccolti vengono inviati ad appositi stabilimenti dove una volta selezionate le parti utili vengono riciclate e riciclate. Il recupero e il riciclo dei materiali è molto importante per l'ambiente, basti considerare l'enorme impatto negativo che la plastica e il loro smaltimento improprio avranno sull'ambiente.

Come distinguere la plastica?

Ogni giorno in tutto il mondo si producono e si utilizzano tantissime plastiche, che purtroppo non sono biodegradabili, se bruciate emettono sostanze tossiche nocive per l'uomo e per l'ambiente: le diossine.

Questo è il motivo per cui è importante smaltirlo correttamente, soprattutto perché la plastica è facilmente riciclabile. Nel deposito di plastica, puoi scartare solo gli imballaggi che proteggono o trasportano cibo, detersivo, gel doccia, ecc.

Puoi anche gettare vasetti di yogurt, reti per frutta, piatti e tazze usa e getta e ciotole per gelato. Ovviamente è necessario sciacquarli e rimuovere i residui di cibo prima di buttarli via, per bottiglie e contenitori è meglio schiacciarli per ridurne il volume.

Tutti gli articoli relativi a cancelleria, giocattoli, contenitori di plastica sporchi o avanzi di cibo, stoviglie in plastica e siringhe non possono essere riciclati.

Dove gettare i contenitori in ceramica e Tetrapack?

Ci chiediamo sempre più spesso dove mettere il contenitore Tetrapack, che di solito viene utilizzato come packaging, per contenere il succo, il vino, la panna e il latte utilizzati ogni giorno in cucina. Sfortunatamente, non tutti hanno una risposta univoca, ma ogni città ha una risposta diversa, ma ... niente paura!

Basta visitare il sito Tiriciclo.it per trovare una destinazione dei rifiuti Tetrapack adatta in base alla tua città, quindi non puoi sbagliare.

Quanto alla ceramica (piatti rotti o oggetti non più in uso), deve essere compresa immediatamente e non deve essere gettata nella raccolta del vetro, anche se ne è parte integrante.

Ma la ceramica è composta anche da argilla, sabbia silicea, ossido di ferro, alluminio e quarzo, quindi non possono essere gettati nel vetro.

Pertanto, le ceramiche dovrebbero essere gettate tra i rifiuti indifferenziati o portate direttamente a un centro di raccolta (soprattutto per i rifiuti di grandi dimensioni).

Come distinguere gli occhiali?

Nel raccoglitore di vetro si possono gettare solo bottiglie, bottiglie, barattoli e barattoli. È importante svuotare il loro contenuto o eventuali residui.

Non è necessario rimuovere etichette o altro che non cadrà. In questo modo il vetro separato e lavorato in un apposito stabilimento può essere riciclato un numero illimitato di volte.

È importante ricordare che, a parte ceramiche, lampadine e specchi, è impossibile gettare oggetti di cristallo nelle collezioni di vetro perché contengono grandi quantità di piombo, che può contaminare il processo di riciclaggio del vetro.

Cosa buttare nella raccolta della carta?

Molti errori vengono commessi quando si ricicla carta e cartone, quindi è importante sapere che fanno parte della raccolta di carta e cartone: borse, riviste, giornali, libri, quaderni e carta; ma anche scatole, cartoni, cartoni per bevande e imballaggi in cartone, come imballaggi che di solito contengono riso, pasta e sale.

Poiché la colla è solubile in acqua, il promemoria solitamente utilizzato per prendere appunti può essere riciclato in sicurezza.

Tutti i cartoni e le scatole di cartone macchiati di residui di cibo (come scatole per pizza e carta oleata) non possono essere riciclati, e lo stesso vale per gli scontrini fiscali perché sono fatti di carta termica o carta che reagisce al calore. Causano problemi nel cartone. Tutte le fasi di lavorazione e riciclaggio.

Cosa gettare nella collezione umida organica?

Cosa si dovrebbe mettere esattamente nelle salviettine organiche? Quando parliamo di umidità organica, ci riferiamo a tutti i rifiuti di cucina, come: avanzi o cibo scaduto (senza confezione), bucce, uova e gusci di frutta secca, gusci di molluschi, carta assorbente, cialde di caffè (o caffè sfuso), Tè colino e una piccola quantità di rifiuti verdi.

Non è invece possibile fornire: olio da cucina usato, cibo liquido e caldo, capsule di caffè o qualsiasi altra impurità.

Affinché la raccolta differenziata sia efficace è necessario utilizzare anche l'apposito sacco, che dovrà essere realizzato con materiali biodegradabili (carta o bioplastica) certificati da Uni En 13432.

Per evitare errori, è necessario assicurarsi che i sacchetti siano etichettati come "biodegradabili e compostabili".

Grazie a questa raccolta, una volta che la polpa umida raccolta viene portata in un apposito impianto di compostaggio industriale, questo ha grandi vantaggi per la salute e il benessere del nostro pianeta, perché il materiale organico di scarto umido così trasformato in piante diventa suolo o fertilizzante del suolo.

Come distinguere i metalli?

Tutti gli elementi che si possono distinguere nella raccolta del metallo e quindi riciclati in maniera ecologica riportano solitamente la dicitura AL o ALU, ad indicare che sono composti da alluminio.

Per fare qualche esempio specifico, basti considerare una tanica contenente carbonato di calcio. Bevande o anche in lattina cibo in scatola contenente fagioli canditi, passata di pomodoro o frutta in scatola, nonché schiuma da barba in scatola o lacca per capelli.

È anche possibile distinguere tra fogli di alluminio o vassoi di alluminio usa e getta (ovviamente, dopo aver eliminato i residui di cibo).Il ferro utilizzato nella produzione di tappi per vasi di vetro e tappi per bottiglie è incluso anche in un metallo separato.

Per quanto riguarda il sistema di raccolta e i bidoni della spazzatura utilizzati per distinguere questo materiale, in alcune città devono essere distinti nello stesso contenitore della plastica, mentre in altre città devono essere distinti nella raccolta del vetro.

Per maggiori informazioni sull'ubicazione di questi rifiuti, controlla la tua città di residenza.

Cosa regalare al centro di raccolta?

Lo smaltimento dei rifiuti presso il centro di raccolta è uno strumento che i cittadini utilizzano in modo completamente gratuito. Al centro di raccolta è possibile trasportare tutti i rifiuti non classificati o i rifiuti troppo grandi per essere inseriti nel cestino.

Anche piccoli elettrodomestici, come computer, telefoni cellulari o giocattoli elettronici, possono essere regalati gratuitamente.

Il legno è anche un materiale completamente riciclabile, quindi basta portarlo al centro di raccolta per dare nuova vita a prodotti non più utilizzabili.

Se hai domande sul trasporto o sul trattamento di rifiuti chimici o speciali, chiedi all'azienda di smaltimento rifiuti o alla tua città di agire in modo responsabile, ecologico e soprattutto nel rispetto della legge! Pertanto, eviterai di imporre sanzioni a coloro che violano la regola sui rifiuti.

Contenitore raccolta differenziata: quale contenitore scegliere risparmiando sul prezzo?

Per rendere il sistema di raccolta differenziata più semplice, conveniente e rispettoso dell'ambiente, diverse aziende produttrici sul mercato italiano hanno proposto diverse tipologie di contenitori per la raccolta differenziata, che si trovano nei negozi cittadini e nei grandi centri commerciali.

In base al tipo, volume, altezza e design dei rifiuti, puoi scegliere quello più adatto a te. In realtà, ci sono diverse dimensioni, dimensioni, colori e materiali.

Se non hai tempo di concentrarti sulla spesa tradizionale e vuoi risparmiare sul prezzo di acquisto, ti consigliamo di visitare la sezione dedicata alla Gestione dei Rifiuti, Bidoni per la raccolta differenziata da esterno, Contenitori per la raccolta differenziata in Acciaio Inox e i Sacchi per la Raccolta Differenziata del sito www.horeka.it, dove troverai vari contenitori per la raccolta dei rifiuti.

Puoi acquistare il contenitore che più si adatta alle tue esigenze domestiche e lavorative, ad esempio se gestisci un ristorante, un bar, un supermercato o qualsiasi altro negozio che necessita di utilizzare contenitori per la raccolta differenziata all'interno o all'esterno.

Lascia un commento

Tutti i commenti verranno controllati prima di essere pubblicati